Cinema senza barriere   Stampa questo documento dal titolo: . Stampa

L'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, Sezione Provinciale di Bari, ti invita a partecipare al quinto appuntamento con "Cinema Senza Barriere" dell'anno 2015, lunedì 21 settembre, alle ore 18.30, presso il Multicinema Galleria di Bari. Film in programma “La teoria del tutto di James Marsh. “Il cinema ha un compito importante: accompagnare lo spettatore in un viaggio fatto di parole, suoni e immagini. Questa la sua forza, dai contorni magici e drammatici, che però non sempre può essere vissuta appieno da tutti. Cinema senza barriere è un'occasione per andare oltre, per consentire a chiunque la visione e l'ascolto di un film all'interno di un luogo d'incontro privilegiato qual è il cinema, abbattendo quegli ostacoli che impediscono ai cittadini non udenti e non vedenti di godere della magia delle proiezioni cinematografiche. Quest'anno abbiamo voluto allargare la partecipazione a un target molto più vasto, coinvolgendo minori, adulti e famiglie seguiti dai servizi convenzionati con il Comune, in modo da favorire momenti di incontro in un'ottica più ampia di inclusione sociale. Solo così potremo davvero dimostrare che si possono ridurre le distanze e rendere gli spazi dedicati alla cultura accessibili a tutti.”   Francesca Bottalico   Assessora al Welfare   L'ingresso del non vedente o ipovedente prevede un costo di tre euro; per gli accompagnatori, invece, l'accesso è gratuito. Ti ricordo che tale iniziativa è stata realizzata al fine di consentire ai non vedenti ed ipovedenti di fruire appieno della proiezione cinematografica per mezzo di audiodescrizioni sceniche. Tutto ciò mediante l'utilizzo di cuffie consegnate all'ingresso, da prenotare telefonicamente presso la Sezione Provinciale di Bari dell'Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti entro le ore 13.00 del 21 settembre 2015. Si informa, altresì, della possibilità di usufruire del servizio di trasporto gratuito da e per il Multicinema Galleria. Per le prenotazioni, è possibile inviare una mail a info@samaagency.it oppure chiamare i numeri  080 9758022 e 3287933501.  Vi aspettiamo numerosi. Una massiccia partecipazione confermerà l’importanza dell’iniziativa. Ti ringrazio sin dora se ci aiuterai a divulgare la notizia.  Non mancare.     Di seguito la scheda del film:   La teoria del tutto Nazione: Gran Bretagna Anno: 2014 Durata: 123’ Genere: Biografico, Drammatico Regia: James Marsh Interpreti principali: Eddie Redmayne, Felicity Jones, Emily Watson, Charlie Cox, Harry Lloyd, David Thewlis, Adam Godley, Simon McBurney, Enzo Cilenti Fotografia: Benoît Delhomme Montaggio: Jinx Godfrey Musiche: Jóhann Jóhannsson Produzione: Working Title Films Distribuzione: Universal Pictures Il film è l'adattamento cinematografico della biografia Verso l'infinito (Travelling to Infinity: My Life With Stephen), scritta da Jane Wilde Hawking, ex moglie del famoso fisico Stephen Hawking. La storia ha inizio nel 1963 all’Università di Cambridge dove Stephen, un promettente laureando in Fisica appassionato di cosmologia, e Jane, studentessa di Lettere con specializzazione in Francese e Spagnolo, si incontrano ad una festa. Fra i due è colpo di fulmine ma la loro storia d'amore viene a scontrarsi rapidamente con la comparsa della malattia degenerativa di Stephen, l'atrofia muscolare progressiva, per la quale i medici gli prospettano inizialmente solo due anni di vita. Ben presto anche gli studi e le ricerche di Hawking vengono ostacolati dalle difficoltà quotidiane: qualunque attività, dal camminare allo scrivere e infine al parlare, diventano infatti problematiche per il brillante cosmologo. In un primo momento Stephen si rifiuta di accettare la sua malattia ma, grazie alla determinazione di Jane, che gli resta a fianco, amandolo e facendosi carico della sua salute, riesce a superare gli ostacoli della sua condizione e a diventare il grande fisico che tutti noi conosciamo. Con il passare degli anni, la nascita dei figli e il successo di Stephen, la relazione fra marito e moglie si complica: mentre Jane è combattuta tra la fedeltà al marito e l’infatuazione per il nuovo amico Jonathan, Stephen riesce ad affrontare il suo deperimento fisico grazie al sostegno e alle cure di un’infermiera, Elaine. La coppia, resasi conto della situazione in cui si trova, decide infine di separarsi e continuare ciascuno per la propria strada accanto ai due nuovi compagni. Hawking, che può ora comunicare grazie a una voce sintetizzata collegata ad un apposito monitor posizionato sulla sua sedia a rotelle, nel frattempo pubblica un libro sul tempo che riceve premi ed elogi. Resta celebre una sua frase pronunciata durante un incontro con il pubblico: "Finché c'è vita, c'è speranza".   Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Sezione Provinciale di Bari Il Presidente (Antonio Montanaro) Telefono e fax 0805429082 – 0805429058 E-mail: uicba@uiciechi.it;

Pubblicazione del: 15-09-2015
nella Categoria Informazione


« Precedente   Elenco   Successiva »


Titolo Precedente: Palla al centro, batti tu!

Titolo Successivo: Premio Valeria Lepore

Elenco Generale


LOGIN

  

Registrati

Recupera Password