giovedì 18 marzo 2010 al via Cinema Senza barriere": "Gli abbracci spezzati"   Stampa questo documento dal titolo: . Stampa

Con il presente ti invito a partecipare all'inaugurazione della terza edizione dell'iniziativa "cinema senza barriere" che prenderà il via giovedì 18 marzo alle ore 18.00 presso il Cinema Multisala Galleria di Bari sito in Corso Italia n° 15 di Bari con la proiezione del film "Gli abbracci spezzati" di Pedro Almodóvar. "Cinema senza barriere" è un progetto Aiace promosso dall'Amministrazione comunale di Bari con il sostegno della BNL, in collaborazione con l'Ente Nazionale Sordi e con l'Unione Italiana ciechi e Ipovedenti. I non vedenti avranno a disposizione cuffie a raggi infrarossi con l'audiocommento del film. Ti invito a prenotare le cuffie entro martedì 16 marzo inviando un messaggio di posta elettronica a: uicba@uiciechi.it oppure telefonicamente ai seguenti numeri: 0805429082 - 0805429058. L'ingresso in sala è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili. Ti invito a divulgare l'iniziativa in modo da non perdere l'opportunità di fruire di un importante momento culturale e agregativo. Ti invio un cordiale saluto. Unione Italiana Ciechi Bari il presidente (Luigi Iurlo) **** GLI ABBRACCI SPEZZATI REGIA: Pedro Almodóvar SCENEGGIATURA: Pedro Almodóvar ATTORI: Penélope Cruz, Lluís Homar, Blanca Portillo, Tamar Novas, Rubén Ochandiano, Rossy de Palma, Ángela Molina, Lola Dueñas, Alejo Sauras, Carmen Machi, Kiti Manver, Mariola Fuentes, Kira Miró, Marta Aledo, Javier Coll. FOTOGRAFIA: Rodrigo Prieto MONTAGGIO: José Salcedo MUSICHE: Alberto Iglesias PAESE: Spagna 2009 GENERE: Drammatico, Thriller DURATA: 129 Min Trama del film Gli abbracci spezzati: Un uomo scrive, vive e ama nell'oscurità. 14 anni prima è stato vittima di un terribile incidente di macchina sull'isola di Lanzarote che non solo gli ha portato via la vista ma anche Lena, la donna della sua vita. Quest'uomo ha due nomi: Harry Caine, pseudonimo con il quale firma le sue opere letterarie, i suoi racconti e le sue sceneggiature, e Matteo Blanco, il suo vero nome, con il quale vive e firma la regia dei suoi film. Dopo l'incidente, Matteo Blanco si trasforma definitivamente nel suo pseudonimo Harry Caine. Visto che non può più dirigere i suoi film, preferisce sopravvivere con l'idea che Matteo Blanco è morto con la sua amata Lena in quell'incidente. Ormai Harry caine vive grazie alle sceneggiature che scrive con l'aiuto della sua fedele direttrice di produzione, Judit García, e del figlio di quest'ultima, Diego.Da quando è diventato cieco Harry ha sviluppato tutti gli altri sensi, non ultimo quello dell'ironia, e si è imposto un'amnesia volontaria che gli permette di continuare a godere della vita. Ha cancellato dalla sua biografia tutto quello che gli è accaduta 14 anni prima. Non ne parla più, e il resto del mondo ha dimenticato in fretta Matteo Blanco e lui è l'ultimo a volerlo resuscitare. Ma una notte Diego ha un incidente e Harry decide di occuparsi di lui. Durante le lunghe notti di veglia , comincia a raccontargli la sua storia per distrarlo, così come un padre racconterebbe una favola al figlio per farlo addormentare...

Pubblicazione del: 11-03-2010
nella Categoria Informazione


« Precedente   Elenco   Successiva »


Titolo Precedente: EasyWalk: installazione e adestramento nei giorni 15 e 16 marzo

Titolo Successivo: sabato 13 al "Di Cagno" derby Bari - Lecce per campionato calcio non vedenti assoluti

Elenco Generale


LOGIN

  

Registrati

Recupera Password