Campionato calcio a 5 non vedenti assoluti sabato 11 Bari Liguria    Stampa questo documento dal titolo: . Stampa

Ultimo impegno agonistico del 2010 per l'Associazione Sportiva Dilettantistica Unione Italiana Ciechi Bari che sabato 11 dicembre scende in campo per la disputa della quarta giornata del Campionato Italiano di calcio a 5 per non vedenti assoluti indetto dalla FISPIC (Federazione Italiana Sport Paralimpici per Ipovedenti e Ciechi). Dopo il pareggio esterno (0-0) conquistato in casa dell'Aquilone Empoli, il quarto turno vedrà l'A.S.D. UIC Bari impegnata sul campo amico del C.S. "Di Cagno Abbrescia", sito in corso Alcide De Gasperi n° 320 di Bari, dove alle ore 16.00 affronterà l'A.S.D. Liguria Calcio non vedenti che nell'unico impegno stagionale disputato ha conquistato i tre punti in palio. Per l'importante impegno contro i liguri l'A.S.D. UIC Bari, guidata da Giuseppe Chiarappa che riveste anche il ruolo di portiere, potrà contare sulle prestazioni dei seguenti giocatori: Paolo Tamburrano (portiere vedente), Giuseppe Catarinella, Vincenzo Cacucciolo, Vincenzo Di Bari, Antonio Garofalo, Vito Mancini, Nicola Mauro, Marco Mongelli e Vito Natrella (tutti atleti non vedenti assoluti) che potranno contare sull'importante apporto delle guide Fabio Sgambati e Piero Pacillo. Il quarto turno sarà completato dagli incontri A.S.Cu.S. Lecce - A.C. Marche 2000, A.S. Nuovi Orizzonti SR - G.S. L'Aquilone Empoli e con l'A.S.D. Roma 2000 che osserverà un turno di riposo. L'auspicio della dirigenza dell'A.S.D. UIC Bari è quello di vedere i biancorossi chiudere il turno con un risultato positivo che premi il lavoro fin qui effettuato e archiviare nei migliori dei modi il 2010. Anche se l'avversario è di tutto rispetto, il punto cruciale sarà quello dell'attacco che dovrà rimediare alla scarsa vena realizzativa fatta registrare nei precedenti turni. Oltre alle normali regole, la disciplina del calcio a 5 per non vedenti ha come caratteristica quella che i 4 giocatori spaziano sull'intero rettangolo di gioco grazie ai suggerimenti dati dal portiere, dall'allenatore e dalla guida. La palla utilizzata è dotata di sonagli che ne permettono l'individuazione. Lungo le linee laterali sono posizionati degli steccati che anno la funzione di velocizzare il gioco, di permettere l'orientamento e di garantire una maggiore sicurezza. Per annullare il possibile residuo visivo, che in ogni caso non può superare la percezione della luce, ciascun atleta indossa una mascherina che azzera eventuali vantaggi. Associazione Sportiva Dilettantistica Unione Italiana Ciechi Bari il Presidente (Vito Mancini)

Pubblicazione del: 11-12-2010
nella Categoria Sport


« Precedente   Elenco   Successiva »


Titolo Precedente: 11 e 12 dicembre V meeting del volontariato

Titolo Successivo: Giovedì 16 dicembre cinema senza barriere

Elenco Generale UIC Notizie


LOGIN

  

Registrati

Recupera Password