giovedì 15 aprile "Cinema senza barriere" "The informant"    Stampa questo documento dal titolo: . Stampa

con il presente sono ad invitarti a partecipare alla seconda proiezione di "Cinema Senza Barriere" del 2010, in programma giovedì 15 aprile presso il Cinema Galleria di Bari per seguire "The informant". Sono previsti due spettacoli che avranno inizio alle ore 16.00 e alle 18.30. Ti ricordo che l'iniziativa è stata realizzata al fine di consentire ai non vedenti ed ipovedenti di seguire l'intera proiezione con un commento delle scene garantito dalle cuffie che verranno consegnate all'ingresso. Per i soli non vedenti ed ipovedenti è richiesto un biglietto d'ingresso di ?3,00 mentre gli accompagnatori accederanno gratuitamente. Le cuffie vanno prenotate entro mercoledì 14 aprile 2010 presso la sezione provinciale di Bari dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ai numeri 0805429082 - 0805429058 e-mail: uicba@uiciechi.it Servizio di trasporto Per promuovere la più ampia partecipazione, da quest'anno sarà attivo, in via sperimentale, un servizio gratuito di trasporto collettivo su prenotazione per e da il Multicinema Galleria. A tal fine sono stati individuati una serie di luoghi su tutto il territorio cittadino, per consentire il prelievo del pubblico di Cinema senza barriere: - Hotel La Baia - Palese Santo Spirito - Pineta San Paolo - San Paolo Stanic Villaggio del Lavoratore - Piazza G. Cesare - Picone Poggiofranco - Ospedale Di Venere - Carbonara Ceglie Loseto - Polivalente - Jàpigia - Piazzetta della Torre - Torre a Mare - Chiesa di San Giuseppe - Madonnella - Pineta San Francesco - Fesca San Girolamo - Piazza Libertà - Murat San Nicola Sarà possibile prenotare il servizio telefonicamente chiamando il 3343761113 o il 3383936846 o ancora inviando un'email a info@samaagency.it e samaagency.it@libero.it La Sama Agency, che curerà il servizio di trasporto, ha dichiarato la propria disponibilità a definire nel dettaglio le modalità del servizio in relazione alle esigenze rappresentate dagli utenti. Vi aspettiamo numerosi. Una massiccia partecipazione confermerà l'importanza dell'iniziativa. Ti ringrazio sin dora se ci aiuterai a divulgare la notizia. Non mancare. Unione Italiana Ciechi Bari il Presidente (Luigi Iurlo) e-mail uicba@uiciechi.it Di seguito la scheda del film. The informant regia di: Steven Soderbergh Con Matt Damon, Scott Bakula, Joel McHale, Melanie Lynskey, Frank Welker. Genere: commedia Durata 108 minuti. Paese USA 2009. Trama: Manager aziendale alla Archer Daniels Midland (ADM), multinazionale dell'industria agroalimentare, Mark Whitacre scopre l'esistenza di un accordo fraudolento sul controllo dei prezzi progettato dalla dirigenza per cui lavora. Mosso dal desiderio di diventare un eroe nazionale e ricevere una promozione, decide di collaborare con l'FBI per ottenere le prove del crimine e mandare in galera i superiori. In breve si trasforma in un agente segreto dotato di registratore e microfono, mette in crisi gli accordi 'mafiosi' tra i principali internazionali, portando alla luce tutti gli imbrogli del passato. O meglio, quasi tutti. Quando il caso sembra essere risolto, Whitacre cade in un delirio di bugie ed invenzioni che cominciano a far vacillare le sue 'oneste' dichiarazioni. Quando la resistenza alla menzogna si rivela fragile e il desiderio di dire una bugia diventa un impulso indomabile, il confine tra verità e invenzione perde colore, sfumando in una confusione che distorce la realtà delle cose. Il signor Whitacre è l'agente segreto ideale - il suo numero di riconoscimento è 0014 perché è furbo il doppio di James Bond - riesce a dimezzare la personalità con grande facilità e supera l'impaccio dovuto alla segretezza delle operazioni grazie alla sorte favorevole degli eventi. A momenti le sue tesi traballano, gli fugge qualche parola in più con la segretaria e si dimentica di raccontare alcuni dettagli scottanti. L'Fbi comincia ad avere dei dubbi. Dotato di grande intelligenza investigativa o semplicemente un truffatore patologico? Tratto dall'omonimo libro di Kurt Eichenwald, il film percorre le tappe di una storia vera che l'eclettico regista, dopo la parentesi ambiziosa dell'omaggio a Che Guevara, decide di rappresentare con leggerezza e ironia. Abbandona la durezza del cinema d'inchiesta del passato (Erin Brockovich e Traffic) e unisce due stili narrativi classici e ben codificati, il procedural drama e la commedia nera. La parte più comica è sorretta dall'esilarante Matt Damon, nascosto dietro baffi e occhiali da nerd informatico e una pancetta appesantita da impiegato 'qualunque'. Come l'attore risulta irriconoscibile, anche l'identità di Whitacre fatica a uscire dal vortice di bugie e fantasie nel quale è stata inghiottita. L'inganno che Soderbergh vuole denunciare non è solo quello legale e criminoso dell'azienda fraudolenta. Gli interessa maggiormente puntare la macchina da presa su quello personale dell'uomo che, pur di raggiungere la felicità promessa dal sogno americano, perde il senso della realtà e si perde in un mare di frottole e simulazioni.

Pubblicazione del: 06-04-2010
nella Categoria Informazione


« Precedente   Elenco   Successiva »


Titolo Precedente: Concorso nazionale "Proscenio: sostanza di un sogno"

Titolo Successivo: il 7, 9 e 11 aprile al Petruzzelli "La Cenerentola" di Rossini

Elenco Generale UIC Notizie


LOGIN

  

Registrati

Recupera Password